Pilates in gravidanza

Nov 06, 2012 No Commenti by

Le donne in gravidanza, che preparano corpo e mente al parto, trovano nel metodo Pilates adeguati programmi di preparazione, mentre dopo la gravidanza, esso consente un rapido recupero del tono muscolare e della flessibilità articolare.

Il Pilates infatti rinforza la schiena, aiuta a prepararsi al parto e, agendo sugli addominali, aiuta a ritrovare la forma fisica e a far sparire la pancetta post-parto. Il Pilates si basa su respirazione, concentrazione e movimenti fluidi.
Per questo, è un tipo di ginnastica che si può praticare tranquillamente durante la gravidanza, perché l’ intensità dello sforzo è sempre regolata in base al livello di allenamento individuale.
Di solito, per prudenza, si consiglia di aspettare che sia passato il primo trimestre della gravidanza, dopo il quale si può praticare il Pilates anche fino all’ ultimo mese di gravidanza.

PILATES PRE-PARTO

Gli esercizi pre-parto sono molto utili, in quanto durante la gravidanza il baricentro del corpo si sposta in avanti causa peso del pancione provocando spesso dolori alla schiena.
Con gli esercizi pre-parto si allungano i muscoli della schiena rendendola più mobile e flessibile , inoltre il Pilates insegna anche a respirare correttamente, rinforza i muscoli del perineo (i muscoli coinvolti nel momento del parto), favorendo la possibilità che il parto avvenga in tempi più brevi.
Una valida ginnastica pre-parto, dall’inizio del quarto mese di gravidanza, dovrà proseguire fino al momento del parto, mirando a:

1)Riattivare la circolazione reflua (venosa e linfatica) a livello di arti superiori ed inferiori
2)Rafforzare la muscolatura addominale ed elasticizzare la muscolatura vertebrale soprattutto a livello lombare
3)Elasticizzare i muscoli del perineo
4)Insegnare alla gestante la respirazione bassa, alta e completa
5)Insegnare la tecnica della spinta
6)Riequilibrare la postura in forma globale, controllando l’esasperarsi delle curve
7)Allungare tutte le catene muscolari in forma globale e decompensata

Il Pilates per le donne in gravidanza si prefigge principalmente i seguenti obbiettivi:

1)Il conseguimento ed il mantenimento della buona salute della donna in questo periodo molto importante della sua vita, la donna deve stare bene.
2)Preparare la donna a superare con le proprie capacità le diverse difficoltà che incontrerà nelle varie fasi di preparazione, di dilatazione e di espulsione.
3)La ristrutturazione dello schema corporeo durante il continuo divenire della gravidanza.
4)Il ripristino dei bioritmi individuali.
5)L’apprendimento delle regole per la salute di tutte le strutture articolari ( in particolare la colonna vertebrale).
6)Il miglioramento della statica e della dinamica posturale.
7)Il miglioramento della funzione dei muscoli perineali.
8)Il miglioramento della circolazione venosa e linfatica.
9)L’insegnamento della tecnica di spinta nella fase espulsiva con l’apnea inspiratoria.

PILATES POST-PARTO

Il pilates è utile per riacquistare la forma anche nel post-parto. Dopo 1-2 mesi dalla nascita del bambino, la mamma può riprendere l’ allenamento con il pilates, anche se ha avuto un parto cesareo. Dopo il parto si inizia con un riequilibrio dei muscoli del del pavimento pelvico , in modo da rendere il centro del corpo più stabile .
Gli esercizi del pilates aiutano la schiena a ritrovare la giusta postura e a sciogliere le tensioni, soprattutto nella parte alta che si irrigidisce durante l’allattamento.

Articoli

Autore del post

Nessuna risposta a “Pilates in gravidanza”

Lascia un Commento